La Costituzione italiana: riforme o stravolgimento?.pdf

La Costituzione italiana: riforme o stravolgimento?

C. Amirante (a cura di)

La raccolta di saggi ‘La costituzione italiana: riforma o stravolgimento?’, a cura di Carlo Amirante, si rivolge non solo agli studenti dei corsi di Diritto Costituzionale e Diritto Pubblico ma a chiunque voglia essere informato sulle più recenti riforme legislative in particolare del sistema elettorale e di una revisione costituzionale, che pur proponendosi d’intervenire sulla composizione, sui poteri e competenze del Senato della Repubblica, coinvolge in modo diretto o indiretto numerosi organi costituzionali, finendo per stravolgere un sistema costituzionale fondato su delicati equilibri politico-istituzionali che hanno assicurato per quasi sessant’anni una democrazia politica solida, malgrado dinamiche non solo istituzionali che rischiavano di minacciarne la tenuta. Il binomio riforma elettorale (pericolosamente maggioritaria)/semplificazione-centralizzazione della forma di governo, rischia di stravolgere una costituzione che è stata il modello per molte costituzioni del novecento e del nuovo millennio.

La Costituzione della Repubblica Italiana è la nostra legge fondamentale. Essa occupa un posto privilegiato nella gerarchia delle fonti, ponendosi al di sopra di ogni altra norma giuridica. La Costituzione nasce dalla volontà del popolo. Il 2 giugno 1946, infatti, gli italiani furono chiamati a votare a suffragio universale per il referendum La Costituzione e le difficili riforme italiane Servì ad ancorare l’Italia al mondo occidentale dopo la vittoria democristiana sui socialcomunisti nelle elezioni del 18 aprile 1948 ma

8.82 MB Dimensione del file
889210361X ISBN
La Costituzione italiana: riforme o stravolgimento?.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.cmdbase.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Lo stravolgimento della Costituzione Arrivato agonizzante a fine legislatura, il centrodestra tentò di blindare il bipolarismo, riscrivendo buona parte della Costitu­zione e, parallelamente, modificando anche la …

avatar
Mattio Mazio

Il primo gennaio del 2018 la Costituzione Italiana spegnerà 70 candeline, festeggiando in questo modo i suoi primi 70 anni di vita. Nonostante tutto, la Costituzione Italiana sembra ancora giovanissima. I principi basilari infatti sono attuali, anche se purtroppo spesso vengono scarsamente rispettati.

avatar
Noels Schulzzi

fu una delle scelte caratterizzanti della Costituzione italiana del 1947. ... o, almeno, come una sintesi di riforme da realizzare) si passa a quella ... 33 E' importante precisare che questa riforma non è uno stravolgimento dell'impianto. con forza contro la riforma Renzi-Boschi e invita a votare NO in occasione del referendum ... chiara e definitiva scelta: o la Costituzione della Repubblica italiana, ... stravolgimento già consolidato della democrazia rappresentativa, che ha ...

avatar
Jason Statham

Università degli Studi di Trento Facoltà di Giurisprudenza Presentazione del volume La Costituzione italiana: riforme o stravolgimento? Trento 14 novembre 2016, h.13 Relatori Prof. Fulvio Cortese (Università di Trento) Prof. Diego Quaglioni (Università di

avatar
Jessica Kolhmann

Il testo originario della Costituzione, nel corso della storia, ha subito alcune revisioni o emendamenti. Per revisioni costituzionali in senso più ampio, riferite alla configurazione dei poteri contenuta nella parte II della Costituzione, la dottrina giuridica avanzò proposte che nel tempo furono convogliate nei lavori di apposite commissioni bicamerali, che però non portarono a nessun esito.