Wittgenstein. Lo sguardo e il limite.pdf

Wittgenstein. Lo sguardo e il limite

Anna Boncompagni

«Non pensare, guarda!» è il richiamo esplicito delle Ricerche filosofiche di Ludwig Wittgenstein. L’attenzione al vedere, declinata in diverse prospettive, è però un elemento ricorrente nell’intera opera del filosofo viennese, un aspetto non sistematicamente indagato dalla critica, che in questo studio viene esaminato da ogni angolatura. La teoria raffigurativa del linguaggio e l’opposizione dire/mostrare, che caratterizzano il Tractatus Logico-Philosophicus, sono così messe a confronto con l’ottica fenomenologica degli anni successivi, con il metodo della rappresentazione sinottica, con il tema del vedere-come. Ne risulta un quadro complessivo che permette di leggere l’evoluzione del pensiero di Wittgenstein secondo un punto di vista particolare, cogliendo somiglianze impreviste, ma anche smascherando analogie solo apparenti. Proprio in quanto sguardo, la filosofia si rivela così un esercizio volto all’esplorazione dei limiti del linguaggio, del senso, della forma di vita.

25/05/2020 · Wittgenstein stabilisce un limite, quel famoso limite che sarà inteso come lo strumento per la validazione scientifica da alcuni, come strumento di … Wittgenstein persegue questo scopo dando il limite verso cui muoversi. Il limite non è raggiungibile (aporia cosmologica, Kant) e non esiste un al di là del limite (aporia teologica, Kant). La forme logica con cui esprimiamo il mondo è quindi sempre approssimata e non è possibile l’esistenza di alcuna realtà che abbia la totalità di questo limite irraggiungibile.

1.71 MB Dimensione del file
8857509095 ISBN
Wittgenstein. Lo sguardo e il limite.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.cmdbase.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Anche chi, di Wittgenstein, ricorda soltanto che di ciò di cui non si può parlare si deve tacere ricorda probabilmente anche il volto del filosofo: il profilo affilato, i capelli corti e disordinati, lo sguardo penetrante, o trasognato, o lievemente ironico, o decisamente allucinato, a seconda della fotografia riprodotta sui libri che lo riguardano. Lo spirito della filosofia wittgensteiniana dopo il Tractatus si esprime nella ricerca di chiarezza e trasparenza all’interno del linguaggio comune, nella volontà di gettare luce sulle nostre strutture linguistiche al fine di reindirizzare lo sguardo umano e risvegliarlo al senso di una realtà linguistica che non riuscivamo a scorgere.

avatar
Mattio Mazio

Anna Boncompagni, Wittgenstein. Lo sguardo e il limite, Milano-Udine, Mimesis Edizioni, 2011, pp. 218. di Silvia Lanzetta Anna Boncompagni delinea la filosofia di Wittgenstein come sguardo posto sui limiti, inaccessibili alla scienza, del pensabile. La novità di rilievo sta nell’applicazione di "«Non pensare, guarda!» è il richiamo esplicito delle Ricerche filosofiche di Ludwig Wittgenstein. L’attenzione al vedere, declinata in diverse prospettive, è però un elemento ricorrente nell’intera opera del filosofo viennese, un aspetto non

avatar
Noels Schulzzi

Secondo Wittgenstein, dunque, la riflessione sull’etica non va oltre la ricer-ca umana di un assoluto, confermando e non risolvendo il limite invalicabile, e per questo inaggirabile, che la ispira e la trattiene nell’interrogazione. La meraviglia stessa dinanzi al miracolo a cui conduce la domanda etica, avverte Wittgenstein, lo sguardo e il limite Anna Boncompagni. Sociologia e nuovo realismo Ontologia sociale e recupero dell'interpretazione Luca Martignani. Confini sfumati. I problemi dell’arte, le soluzioni della percezione Tiziana Andina. Il divenire della conoscenza Estetica e contingenza del reale

avatar
Jason Statham

Wittgenstein, per il quale, come è noto, etica e religione risultano « dici- ... contro i limiti del linguaggio. È lo stesso Wittgenstein a far notare l'affinità tra questo suo « urto » e il ... In effetti ad uno sguardo d'assieme la coincidenza tra etica e reli-. 21 gen 2020 ... Così, in quel grande libro metafisico che è il Tractatus, Wittgenstein credette di ... i limiti del mio sguardo sono i limiti del mio mondo o, ancor meglio e in modo ... Lo stesso Wittgenstein ipotizzava che persino nel linguaggio ...

avatar
Jessica Kolhmann

Lo zombie del sistema, il materiale umano fagocitato dalla macchina, è forse solo un caso-limite, un residuo di senso, una rappresentazione ipersemplificata dei bisogni e delle realtà individuali e comuni attraverso cui la macchina stessa, e l’ideologia neoliberista proiettata dalla macchina, impongono una lettura del contemporaneo e dell’umano alla politica. Montaigne, Wittgenstein, Nietzsche (e la “parola che tutti conoscono ma della quale nessuno sa il significato”) Ricordo di aver letto una frase di Joyce, forse in “Ulisse”, nel quale definiva l’amore come “la parola che tutti conoscono ma della quale nessuno conosce il significato”.Sto andando a memoria, quindi potrebbe non essere così e potrebbe anche non essere Joyce.