Il soggetto della rivoluzione. Antonio Gramsci dalla Grande Guerra al biennio rosso.pdf

Il soggetto della rivoluzione. Antonio Gramsci dalla Grande Guerra al biennio rosso

Simona Giacometti

Il volume ricostruisce la maturazione del dispositivo teorico di Antonio Gramsci, dallesordio con larticolo Neutralità attiva ed operante sulla posizione che lItalia avrebbe dovuto assumere di fronte allo scoppio del primo conflitto mondiale fino alle pagine degli articoli apparsi sulla rivista LOrdine Nuovo in cui, anche alla luce della mobilitazione sociale successiva alla Grande Guerra, lautore individua nei Consigli di fabbrica gli embrioni dellesercizio del potere operaio. Lidea di fondo che presiede alla stesura del testo è che, fin dallinizio della propria riflessione e pratica politica sugli eventi di cui è testimone, Antonio Gramsci si collochi in una prospettiva in cui domina la logica dello scontro di classe tra borghesia e proletariato, con una radicalità che ha il proprio fondamento nella legittimità dellesercizio del potere politico che può rivendicare solo chi presiede effettivamente alla produzione.

30 apr 2020 ... Ma Gramsci e i suoi avevano tutto il diritto di sognare: nel bene e nel male, fra il ... potenza finanziaria che godeva di grande prestigio fra le masse), in un clima di ... dovuto alla Rivoluzione d'Ottobre (il cosiddetto Biennio Rosso). ... a differenza degli altri tre, non è preso da obblighi di guerra e non riesce a ...

5.48 MB Dimensione del file
8857536920 ISBN
Il soggetto della rivoluzione. Antonio Gramsci dalla Grande Guerra al biennio rosso.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.cmdbase.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Come la guerra, la rivoluzione ha in ogni sua fase il fronte decisivo. Torino lo fu per l’Italia durante tutto il 1920, e lì militava Antonio Gramsci. Per le sue posizioni politiche e la qualità della sua militanza durante il Biennio rosso, Gramsci fu l’avanguardia minoritaria del PSI. Ungheria. In Ungheria, il 21 marzo 1919, dopo due mesi di rivolte operaie, fu proclamata la Repubblica Ungherese dei Soviet, sotto la guida di Béla Kun.La repubblica resse pochi mesi; ad agosto essa fu abbattuta e in novembre l'ammiraglio Horthy instaurò la sua dittatura.. Il dibattito politico e storiografico sul biennio rosso. Secondo i comunisti, nel biennio 1919-20 sarebbero esistiti, in

avatar
Mattio Mazio

Dopo aver letto il libro Il soggetto della rivoluzione.Antonio Gramsci dalla Grande Guerra al biennio rosso di Simona Giacometti ti invitiamo a lasciarci una Recensione qui sotto: sarà utile agli utenti che non abbiano ancora letto questo libro e che vogliano avere delle opinioni altrui. L’opinione su di un libro è molto soggettiva e per questo leggere eventuali recensioni negative non ci

avatar
Noels Schulzzi

Gramsci prescindeva qui – al contrario di quanto farà con grande acutezza negli scritti maturi del carcere, ma anche, in parte, nel periodo consiliarista della rivista L’Ordine Nuovo e del “biennio rosso” – dai prerequisiti della democrazia, dagli elementi tendenzialmente egualitari (in termini di cultura, informazione, consapevolezza, libertà dal bisogno) che un corpo elettorale Antonio Gramsci e la Grande Guerra è una mostra ideata e realizzata dalla Fondazione Gramsci con la collaborazione dell’Archivio Centrale dello Stato e della Fondazione Istituto piemontese Antonio Gramsci con il contributo della società Ales Spa del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo.. Attraverso l’esibizione virtuale di varie tipologie documentarie (foto

avatar
Jason Statham

Quando arrivarono in Italia gli echi della prima Rivoluzione russa del 1917, quella che ebbe luogo tra il 23 e il 27 febbraio, secondo il calendario allora vigente in quel Paese (tra l’8 e il 12 marzo, per il calendario in vigore in Occidente), Antonio Gramsci aveva 26 anni, viveva a Torino e lavorava dal dicembre 1915 per la stampa socialista di quella città, ovvero per l’edizione

avatar
Jessica Kolhmann

Il soggetto della rivoluzione. Antonio Gramsci dalla Grande Guerra al biennio rosso. di Giacometti Simona (settembre 2016) Disponibile in 5/6 giorni lavorativi. 15/05/2008 · Il periodo compreso tra la fine della Grande Guerra e la Marcia su Roma è generalmente bollato dalla storiografia come “crisi dello stato liberale” e “origini del fascismo”. In esso spicca per intensità il biennio 1919-1920, ricordato e studiato come un …